Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 320
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0328
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0328
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
520 Lettere sopra

quale irovasi simiiinente rappresentata nel-
la pittura di una bussola, che è nelle stan-
ze del padre Orignani nei convento annes-
so aiia medesima ciiiesa di san Francesco «

Anche di questo edifjzio elia può bert
credere, che ne ho un quadretto in acqua-
relii di mano di Maurino ; e non le potrei
dire abbastanza quanto sia belio . La fabbri-
ca ha un sodo maestoso, che gareggia co-
gli antichi edifizj : e la facciata con quelF
arcorie nel mezzo ha non so che del trion-
fale. E un tal carattere conviene a mara-
viglia ad un tempio, che è un monumen-
to delle vittorie di Sigismondo , ch’egliavea
promesso in voto a Dio immortale e alla
città, giusta l’espressione di una doppia is-
crizione greca, che leggesi scoipita ne’fìan-
chi di esso tempio .

Ha avuto certarnente il torto l’Addisson
di asserire, che Rimini non ha nulla del
moderno, di cui si possa dar vanto : Himi-
ni has notliing modern to hoast of. Lascian-
do stare questa sontuosa fabbrica, che dà
nella vista ad ognuno ; anche poco lungi
dalìa città nella strada che conduc-e a Ro-
ma vedesi una chiesa fabbricata sul princi-

pio
loading ...