Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 326
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0334
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0334
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Lettere sopra

826

A L MEDESIMO

A VENEZIA.

Pisa 28. novembre 1762»

Egli è pur la bella cosa essere amraala-
to. Si viaggia nel più comodo carrozzino
del mondo nelle ore inigliori della giorna-
ta : si mangia delle uova le più fresche,
buoni brodetti, puddinghi eccellenti : d’in-
digestione, che tanto travaglia anche i più
gentili spiriti, non se ne parla nè punto
nè poco. Tutti quelli che stanno intorno
non hanno altra inira che di piacervi e di
servirvi : almeno ne fanno le viste ; e quan-
do ciò sia fatto a dovere, è tutt’uno che
s’e’realmente sentissero come mostrano al
di fuori. Dai seccatori poi, dalle visite di
cirimonia, mercè la vostra malattia, ve ne
liberate quando voi volete ; fate tutto quel
che vi piace, potete far la vita secondo i
voti e desiderj vostri. In somma avea gran
ragione di dire quel bello spirito : si vous

avez
loading ...