Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 349
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0357
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0357
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L* ArchitettitRA; S49
sudit, aut humana parum cavit natura, ©
clie nulla tolgono di pregio a quella bella
operetta .

Non so per altro per qual ragione un co-
sì elegante scrittore, come il signor Webb,
abbia preso a comporla in dialogo. Tal for-
ma di scriyere è senza dubbio la più bella
di tutte, come di tutte è la più diffìcile :
ma è tale quando nel dialogo ci è della
contenzione , una qualche diversità di carat-
teri, che ammette il maraviglioso ed ha la
giocondità della commedia . Altrimenti
quando è fatto come per via di proposta.,
riesce freddo, e tiene più che d’ altro del
semplice catechismo.

*0*0*0*
*0*0 *
*0*
loading ...