Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 353
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0361
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0361
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
355

divìte.scilicet artium

ihias aut Parrhasius protulit, aut Scopas .

.Avendomi Fonore di veder da vicino Sua
Maestà inspirato idee di grandezza e di a-
more per le ottime cose ripiene, ho pensa-
to se indovinar potessi in qual maniera Sua
Maestà voglia dar compimento al Regio
Museo , che ha così felicemente incomin-
ciato in Dresda ; in quella guisa, che cu-
rioso passaggiero veggendo da terra sorgere
nobile ediiizio pensa ad indovinare il mo-
do, in cui voglia rarchitetto darli fìnimen-
to , e porgli corona . JNron m’accuserà spe-
ro il Re di temerità , se oso stendere in
poche linee la descrizione de’varj ordini,
de’quali io penso sarà composta questa beb
la fabbrica , che per sempre £a glorioso
monumeuto d’ un sovrano a cui ie Muse
son care , e che sarà egli stesso ail’incon-
tro agli scrittori caro , che sono gìi araldi
della gloria de’principi a’secoli più lontani.
E prima ió credo , che ii Re penserà
To: YIIL Z a per-
loading ...