Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 366
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0374
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0374
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
566

profani, Flliade , l’Eneide , le Metamor-
fosi , e la Storia Romana potrebbono sor-
nirne di grandi passionati e peregrini in-
sienre ’, al che pure dorrrebbe aver conside-
razione il dipintore .

Eceone a cagion di esempio alcuni ,
ch’io crederei convenirsi al valore di alcu-
ni de’ moderni pittori, e che potrebbono
ornare un gabinetto reale .

A1 Pittoni che è singolare nelìo abbi-
gliare i sacerdoti, e che orna volentieri di
architettura le sue composizioni :

jV ingresso del rapace Crasso nel Santua-
rio del Tempio di Gen/salemme , co’sacer-
doti che ne volessero ritenerlo .

A1 Piazzetta gran disegnatore e buon
colorista, ma non elegante nelle sue for-
me , e nelle sue fìsionomie :

Cesare fanciullo , che condanna i corsali
di Cilicia , che lo avevano preso e teiuito
alcun tempo prigione .

A1 Tiepoletto pittore di macchia e spi-
ritoso :

JBeli-
loading ...