Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 370
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0378
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0378
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
nelle maccliiette, potrebbesi dare il sog-
getto della caccia di Mcleagro e di Ataìan
ta , o di altri storiati paesi di belle fab-
briclie ingemmati , e dirò così espressivi,
come sou quelli del Poussino ; ne quali se-
condo il sito ridente, oyvero orrido che
osfrono agli occhi, vi è rappresentato un.
soggetlo patetico o alìegro, che s’accompa-
gna , e concerta col paese medesimo .

A1 Pannini di lloma cotanto eccellen-
te nel dipingere gli antichi edisizj potreb-
bonsi far rappresentare in luogo de’siti suoi
ideali , benchè composti di parti vcre , il
Foro antico B.omano quale realmente si
era ; o il Foro di Trajano , le vilìe di
Plinio da lui nelle sue let-tere descritte ;
ii campo Marzio cogii esereizj miiitari de’
Ilomani, ed altri tali siti dell’antica Pio-
ma , che si ponno ricavare o dalle meda-
glie , o dalìe reliquie degli edilizj che re-
stano ancora, o dalla ìettura degli autori.

11 più insigne poi di tutti i Pittori avreb-
be la pittoresca palma, ottenendo sopra gli
altrì di dipingere un quadro , in cui fus-
se rappresentato ìl Re in abito Romano
che consacrasse il Museo ; che avrebbe for*
loading ...