Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 376
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0384
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0384
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
per l’ ingresso cìel Sacrarlo stesso ; il quale
lascierà scorrer l’occhio per la magnificen-
za ed immensità del Tempio adjacente .

II sig. Gio: Batista immaginerà agevol-
mente colla sacilità dell’ ingegno suo gli
ornamenti, co’quali si può decorare questa
azione, non meno che le attitudini le più.
proprie delle hgure ; alcune delle quali deb-
bono dimostrare rapacità ed ingordigia ,
mentre altre o piene di zelo per !’ onor
del Tempio rispingono i Bomani, o di se-
de nelì’assistenza divina la implorano pro-
strate a terra , o diinostran fuggendo il Io-
ro terrore e spavento .

Gli abiti de’ sacerdoti ebrei, come pure
dei soldati romani, sono noti abbastanza .
Si avverte solo che si potrebbe guardar la
colonna tra|ana per vestire i littori o i si-
gniferi, se più piacesse, di Crasso con pel-
li cli leone o di tigre , e co’ceffì di questi
animali in capo ; il che cliversiHcherebbe
gli abiti, e darebbe all’ invenzione varietà
maggiore .

Se si volesse vedere il fatto in origina-
le, veggasi appresso Giosefso Antichità Giu-
daiche lib. ì^. cap. 12.
loading ...