Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 380
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0388
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0388
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
S8o

faranno eco musici e suonatori, clie saran-
no in alto e ne’poggiuoli d’intorno .

Àlessandro, rappresentato e vestito con
tutto il iusso asiatico, tocco dal molle can-
to di Timoteo si abbandonerà in grembo
a Taide dolcemente guardandola , e dimo-
strando negli occhi tremuli e lascivi una
immagine viva della mollezza del canto di
Timoteo .

I capitani di Alessandro quale si vedrà
coinmosso esso pure dalla dolcezza del can-
to , quale facendo rissessione intorno al po-
ter della musica anco sugli uomini più for-
ti, e quale deplorando lo stato del grande
Alessandro , e sarà questi alcun vecchio
Macedone non corrotto ancora dal lusso
asiatico .

Non è necessario avvertire , che si po-
tranno introdurre in questo soggetto vec-
chi uomini e donne d’ogni maniera : l’al-
legria e la musica aprendo l'accesso ad ogni
sorta di persone al grande Alessandro ; il
quale per altro sommamente si diiettava di
ballerine e cantatrici e di tutto questo vo-
luttuoso corteggio ,

La
loading ...