Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 385
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0393
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0393
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
385

gambe ed un braccio di ghirlande annoda-
te in catene, e facendo col braccio libero
un gesto alla ninfa parrà dire, come dice
appresso Yirgilio: i fanciulii s’avranno i ver-
si promessi : ma tu , furbacchiotta , t avrai
urì altra sorte di ricompensa delle tue burie.

Appiè del Sileno vedrassi un grave vaso
rovesciato colbansa logora ed attrita ; ac-
canto a questo sorgerà un termine colla te-
sta di Epicuro, quale hassi negli antichi
monumenti : e sul terreno primo del qua-
dro dinanzi al termine vedrassi un basso-
rilievo scolpito in pietra, su cui l’edera ser-
peggia , nel quale saranno rappresentati i
quattro elementi che unitisi nel vòto for-
marono l’ Universo , secondo che cantar
dee il Sileno stesso . Giunone rappresente-
rà l’aria, Yulcano il fuoco , Nettuno il
mare, e Yesta la terra, le quaii abbrac-
ciandosi insieme in attitudine qual più leg-
giera, e qual più posata come conviensi
aì carattere loro, terranno in mezzo il gìo-
bo dell’Universo . In un angolo del basso-
rilievo veggasì più in grande il profìlo di
Yirgilio colla maschera scenica , quale è
rappresentato da Fulvio Ursino .

To: VIII. B b

II
loading ...