Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 386
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0394
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0394
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
386

II paese indietro sia sparso di rare faW
briche con un rustico tempietto di Silva-
nOj e sia quanto vago e ridente si potrà
mai ; e si veggano alcuni satiretti mostra-
re ii muso fuor de’cespugli, e ridere guar-
dando il Silerio destato dalla proterva fai>
ciulla , e ne’terreni lontani del paese veg-
gansene altri tesser carole colìe ninfe del
loco ; mentre alcun satiretto assiso suona
la campestre sampogna . Spiri ogni cosà in
somma la protervia satirina, e un saggio
bensì, ma vivace pittoresco epicureismo »

Sesto . L' hivenzìone sabta cla Cicerone Que*
store nella Sicilia del sepolcro di slrchL
mede , pel sig. Francesco Zuccarelli

Si debbono rappresentàr da una parte del
quadro alcuni sepolcri antichi mezzo diroc-
cati, fra’quali sorgerà fuóri il sepolcro di
Cecilia Metella, ed altri tali cbe si trovano
nelle stampe di bella forma . Tra questì
sepolcri sul dinanzi del quadro vedrassi
una colonnetta con una sfera ed un cilin-
dro in cima, e con una iscrizione sulla ba-
se mezzo consunta .

Uomb
loading ...