Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 8) — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-8]

Seite: 387
DOI Seite: 10.11588/diglit.28028#0395
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd8/0395
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SSj

XJomini nudi con falci avranno aperto ii
luogo alla colonna cli’ era, come gli altri
sepolcri, ingombra da sterpi e da tronchi
«Talberi »

Cicerone in mezzo a due o tre lìo-ure ,
che rappresenteranno i principali della cit-
tà di Siracusa mostrerà loro esser guello
veramente il sepolcro tanto da lui cerca-
to , mentre un’altra hgura sarà ginocchio-
ne leggendo la iscrizione ed ajutandosi col
dito , come si suol fare leggendo iscrizioni
consunte e rose .

I bifolchi, che lianno con falci sgom-
brato Ia strada al sepolcro , saranno appog-
giati alle loro falci medesime guardando
con quello stupore, che è proprio di colo-
ro , che non sanno di che si tratti in un
asfare a cui sien presenti.

Dietro a questi sepolcri, che saranno di
una tinta scuretta , striscierà una scappata
di lume, che illuminerà una delle più fer-
tili valli della Sicilia , a cui signoreggiano
i sepolcri stessi, come quelli che si sup-
pongono situati sopra un’eminenza di terra.

Dall’altra parte del quadro e di Ià della
Falle si yedrà in certa distanza parte del-

B b 2 la
loading ...