Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 9
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0017
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0017
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
A R. ï E »

2116110 per la commedia che per ia trage-
dia . Ora se pur vi ha delle commedie di
Moiiere di tre atti e non più , e che ciù
non ostante son tenute buone ; non so per-
chè non vi possa ancora essere tina buona
tragedia che sia di tre atti, e non di cin-
que .

...... Çhiid autem

Ccecilio Plautoque dabit Romanus ademptum
J irgilio Jrarioque ?

E forse non sarebbe del tutto suor di
ragione , che una gran parte deile moder-
ne tragedie si riducessero a tre atti sola-
rnente ; troppo spesso incontra che per
arrivare ai cinque i più degli autori vi ap-
piccano episodj , che allungano il compo
nimento e ne tolgon l’unità . E già il sa-
vio Racine non volle distendere la sua Ester
più là di tre atti . Che se i Greci nelle
loro tragedie , benchè semplieissime , ri-
îennero costantemente la divisione iu cin-
que atti ; bisogna far considerazione , che-
assai più brevi che i nostri sogliono esse-
re gii atti dei loro drarnmi, tenendone il
coro una parte non piccioia . E non so se

10
loading ...