Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 12
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0020
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0020
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ì % L E T T £ R Ë

sar queììo , che per me ora si tenta neli’
ottica ; dico a chiarnar Γ austera fìlosofia
fuor della solitucline , per condurla nel
consorzio delie persone più gentili ; e voi
primo aveste in animo, rammorbidendo la
scienza , di far nascer fiori in terreno or-
rido pnma di sterpi e di spini . Bella su
ai certo Γ impresa e di voi degha : e chi.
non sa coine poi fortuna vi rispose ; e co-
me ii ieggiadro vostro libro de Mondi ac-
coise queila metà del nostro, cli’è sem-
premai signora de’susfragj delF aitra .

Ora dovrò io di tanto ientare ii freuo
aila speranza , che io mi crecla dover la
inia Ottica , quando che sia, aver la sor»
te de’vostri Mondi? No certamente ; dac-
chè, lasciando anco da parte la tanta vo-
stra e varia dottrina, e queila particoiar
vostra arte e festiva per cui rosa diviene
checchè voi tocchiate , egli pare che l’ar-
gomento della Pluralità de’ mondi da voi
scelto, ben fosse quello sra tutti i filosofi-
ci , che alle vostre leggitrici si convenisse
il più , Le cose, ch5 egli appresenta aìi’
animo , sono le stelle i pianeti ed il so-
le, i ]>.;ù maravigliosi e brilianti obbietti

dell’ U-
loading ...