Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 36
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0044
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0044
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
/

36 L E T T E R E

Ombra cara , ombra tradita ,

Deh ! non più con spettri e larve
.Non turbar questa mia vita
Già vicina a terminar .

A te presso nell’Eliso ,

Presso a te , mio dolce sposo ,

Sol mi lice quel riposo
Che ho perduto ritrovar .

Bacconto della morte di Didone.

Tranquilla in ^dsta, e non sembrando mai
Che si funesto sin volgesse in cuore ,
Sola si chiuse m quelle stanze , donde
Si scopre ii porto e la marina intorno .
D'indi a non molto un geinito ne udimmo
Annunziator di tutti i nostri mali ·
Accorriam frettolosi r
Ahi miserabil vista !

Sul frigio acciar , non a quell’uso dato
Dal donatore ali’infelice amante ,

Caduta era Didon, girando ancora
"V erso la frigia armata ,

Che gia ü largo tenea nel mare ondoso,
Di letale sopor torbidi e gravi
I Huttuanti e moribondi lumi.

Si
loading ...