Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 53
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0061
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0061
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
V,

Α Β. I Ε . 0Ó

'tire agros, lætas esse segetes, anclavano
per le bocche de’contadini del Lazio. Queî
detto coinune de'nostri la terra ingravida >
pare Γ aLbiano preso dal Vere tument cer-
rce, et genitalia semina poscunt deìla geor-
gica. Gli architetti per dire ima volta svel-
ta non ischiatciata > dicono una volta che
ha delt orgoglio . I marinaj inglesi dicono
plow the sea , come Yirgilio magnum rna-
ris cequor arandum ; a vell - ribbed ship ,
appresso a poco come Omero vms ίϋσσίκ.
'μΥί ; ed io inedesimo gli ho uditi dire >
The mast is wounded , come Orazio > ma-
lus celeri saucius cifrico :

o” Daiite

a rinipahnar i legrii lor non sani .

La sola cosa inanimata in inglese che sia
di genere fernminino è ship , che vuol dir
nave -, shè is a brave ship dicono ; iì chè
è venuto dagli uoniini di mare, che han-
no a guisa de’poeti animato i vasceîli, co-
rne Virgilio dice nel primo fessas haves *
Kon crediate già per tutto questo , che di-
nanzi a Quintilio io voglia piuttosto defen-
dere delictum quam verterè ; che anzi > se

D $ yoi
loading ...