Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 57
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0065
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0065
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Α Λ I E «ι

rezza , Assai di tempo ho speso dietro a,
cjuesd operetta ; e hen 'vorrei cii ella 'venisse
da voi accolta e reputata come la maggior
prova , che per me dar si potesse della mia
capacità ,

Dicono i jïlosofi, che Vuomo è im micro--
cosmo o sia picciolo mondo , che quasi iu
viiniatura conliene dentro di sè ciascuna
parte deiC universo . E secondo la mici opi-
nione il cojjjq. iiaturale puà essçr paraguna-
to col corpo_ politica , E s’ egli è çosl ; co-
rne puÇ, esser vera la opinione degli Epicu-
rei , che V universo sia formato do, nn con-
corso fortuito di atomi ? L.a qual cosa al-
lora solamente mi garherà , che da un rni-
scuglio casucde delle lettere dell’ ahbiccï io
ne vegga riuscire un hellissimo trattato di
filosofia ; risum teneatis amici? Horat, Co-
tal falsa opinione e giuocoforza ne ingene-
ri di pià aître , a guisa di un errore nella,
prima concozione del ciho , che non è altri-
rnenti corretto nelja seconda . Se il fionda-
mento che tu poni è dehole ; qualunque co-
sa vi fahbricherai su è di necessità che fiac-.
cia pelo , poi corpo , e sbonzoli alla fine ,
Cosi gli UQinini sono tirati d’ uno in altra

erro-
loading ...