Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 72
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0080
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0080
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
serzione mostra che fosse indotto dalPave-
re osservato come una palla bianca si tiu-
ge indifferentemente di qualunque colore
se le asfacci ; osservazione conforme. a quel-
la dello stesso ]Nreutono . quando a prova-
re , che dalia inescolanza di tutti i colori
ne viene ii bianco , pose a dirimpetto del-
la immagine formata clal prisma un foglio
di carta , e vide che tenuto più vicino ad
un colore che agli altri di quello si tinge-
va , ma rirnaneva belio e bianco , se era
tenuto in modo che tutti i colori della im-
magiue venissero a darvi sn e ad iilumi-
narlo egualmente .

Quello che vi ha di certo si è , che neP
la micrografia del Hookio ha il Neutono at-
tinto alcune verità spettanti all’ottica . Di
quivi egli ricavô qualche luine, secondo che
asserisce egli medesimo in una sua lettera
all’Oldemburgio , intorno alle cause delia
opacità de’corpi; e massimamente intorno
al colore delle laminette , in quanto esso
colore dipende dalla varia loro grossezza :
le quali cose egli rasfino dipoi con osser-
vazioni ed esperienze squisitissime , ridu-
cendo sotto regole e teorie ciô che l’Hoo-
loading ...