Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 75
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0083
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0083
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
V A îl 1 E * ή 5

coii la sistole spignere il sangue verso le
estremità del corpo per entro le arterie ,
e quindi per via della anastomosi delie ar-
terie con le vene imboccare esso sangue le
vene , che lo riporta.no al cuore , il quale
colla diastole sua dentro il riceve ; e tut-
to ciô farsi con ta-le celerità , che nello
spazio di ventiquattr’ore a compier si ven-
gono quattrocento rivoluzioni a un dipres-
so del sangue medesimo : e tali verità di-
niostrale negii animali con sensate ed ocu-
lari esperienze , come si fa ne’ranocchj ,
dove ii sangue che corre pe’loro vasi visto
massimamente nel microscopio solare ha
sembianza di rapidissimo torrente, che met-
te di poi in altro iîume , e questo in al-
tro , sino a tanto che si vanno a perdere
nel troncone capitaie . Tale è ii linguaggio
delia precisione e della verità, che parlè
l’Harveo ; e sullo stesso tenore parlô il
Neutono dell’ attrazione ; la quaìe trovô an-
che adombrata dal suo compatriota Baco-
ne , miniera , per cosi dire , di ogni ve-
ro ; e persino da quell’ altro suo celebre
compatriota il Miltono . In più d’un luo-
go del suo poema egli canta , che il rag-
loading ...