Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 84
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0092
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0092
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
84 Lettere

pi di Atene. Cosi quella coltura e quel gu-
sto uniyersale, che mercè di simili adunan-
ze era sparso tra’ gentiluomini italiani gli
rendeva superiori a'Francesi, i quali al tem-
po del Montagna erano soliti, bene il sa-
pete, yiversene chiusi nelle loro castelia,
e non ne uscivano se non per ire a pren-
dere im ceryo ne’boschi, o a prender par-
îe nelle guerre civili . Che disferenza da
simili accademie a quelle tante nostre di
oggi giorno , che si radunano una volta Γ
anno a far iezioni sopra quesiti , che non
sono per lo più da proporsi ; o in occasio-
ne di certe feste a recitar versi , che du-
rano quanto i razzi che si tirano alle me-
desime feste ! Ognuna si crede depositaria
del buon gusto in poesia , come ogni pic-
eiola brigata in Parigi del tuono della buo-
na compagnia.

Par nosloixprose et vers toul nous sera soumis;
JSul n aura de Îesprit, hors nous et nos amis .

Tutte perô pajono convenire in questo,
che non si abbia in sostanza se non a ri-
peter quello , che è stato mille volte det-
to ; e sentenziano come ribelle qualunque

sx
loading ...