Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 93
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0101
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0101
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
A K 2 Έ .

95

V

Α L S 1 G N O R

GIUSEPPE SANTARELLI

A VENEZIA.

Dresda τζ. gennajo τη^η.

D, quanto mi scrîyete , caro il mîo Er-
rnogene , intorno al musico che leva in co-
testo teatro tanti plausi, grazie senza Jfine.
In leggendo la yostra lettera m'è stato ve-
ramente avviso udirlo trillare e gorgheggia-
re secondo il gusto di oggîdi ; tanto viva è
Fimmagine che mi clate di ïui : nè io do«
mando più là . Ma voi mi domandate, che
cosa vada io facendo al presente qui sulie
rive deiFElba . Deli’ affare, perchè ci son
venuto, poco, o per dir meglio nulla , ed
io me ia fo colle Muse, mentre yoi cantate
alle muse in Venezia. Gli stati, dice un
gran politîco , si yogliono di quando în
quando , perchè sî mantengano in vîgore ?
ndurre verso i Ioro principj : ed îo ho cre-
cluto non poter meglio adoperare in que-

sti
loading ...