Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 96
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0104
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0104
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
0δ L E T T E R E

L’ esser Omero nato in clima felicissi-
mo , in paese libero , a tal tempo che la
teologia’ era tessuta di favole, e la morale
di alîegorie ; in un secolo , in cui le vir-
tù pubbliche , come l’araor della patria e
della libertà , il dispregio della inorte e si-
mili erano, dirô cosi , nel consorzio degli
uomini, e non ne’Iibri soiamente de’sdo-
sofi ; e in un secolo che la Grecia era usci-
ta bensi dalla barbarie , ma non del tutto
ripulita, voglio dire, che ie passioni ga-
gliarde che son l’anima della poesia non
erano rintuzzate dalîa perfezione dei Gover-
ni, nè velate dalla decenza deila società ci-
viie , la quai rende gli uomini dissimulati
e simili suno all’altro ; e l’avere Omero
oître a ciô scritto in una lingua bellissima
di per sè, e che per ragione de’tempi in
cui scrisse teneva moltissimo del poetico.
A questi vantaggi comuni a tutti gli uo-
xnini di quei paese e di quella età si ag-
giungono i particolari di Omero . Dotato
di eccellentissimo ingegno , ei fu nutrito
della dottrina de’suoi tempi , quando la
poesia era , come ciascuno sa , depositaria
ed interprete di ogni scienza. "V olle sua

ven-
loading ...