Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 108
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0116
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0116
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
iô8 L E T T E k É

po eterogeneo con la poesia : ed îo noiî
farei una disficoità al mondo, anche per
ragion dell’argomento, di anteporre al Pa-
radiso perduto non che la Gerusalemme ,
la Eneide; che quantunque da rnolti seco»
li sia giâ spento per nostra mîseria Γ im-
perio romano, grandissima è ancora la par
te che tutte le nazioni di Europa e noi
massimamente prendiamo nelle cose,

Onde usci de’ Romani il gentil seme «

La religione di quelli è da noi bevuta nel-
le scuole insieme col latte de’ioro scritto-
ri ; piacciono sino ai nomi di Achille dr
Simoênta di Xanto , che vanno uniti cor?,
le origini di quel popoîo signor delle co-
se ; e poetica , conie si esprime Boileau t
è la cenere d’ Ilione.

Âddio 5 il mio caro Ermogene , amate-
mi , e datemi spesso novelle di voi e dei
vostri viaggi ; che ciô rni tocca assai più
che i viaggi di Enea,

Albanique patres atque altce mœnia Romaz»
loading ...