Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 129
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0137
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0137
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Y A R I E . 129

Âraatemi, il mio caro signor Eustachio; e
crediate pure , che non ostante che io sia
tutto giorno coi Maupertuis e cogli Eule»
n, amerei pure di ragionare con voi.

★ 0*0 *0*0*0 o*o*o*o*o*

A L U A B A T E

GIO: CLAUDIO PASQUINI

Yice-Rettore bella Sapienza
A S I E N A.

Potzdam luglio 1747°

Le rendo !e più vive grazîe deila bellîs»
sima opera sua , della quale ella ha volu-
to farmi dono . lo l’ho letta con infîmto
mio pîacere ; nè sapreî che desiderare diî
migliore , nè per !a condoîîa nè per lî ca-
ratterî nè per lo stile. Cerîo ella merita-
va la magnifîcenza, con cui îa è stata po~
sîa in îscena. Ed îo mi rallegro con leî ,
®h© ha vedut© la cornice degna del bellis~
T02 IX. I si-
loading ...