Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 134
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0142
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0142
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
PT /

ϊ°4

L Ε τ Τ Ε Β. £

Α L MEDESIMO

Α S I Ε Ν Α.

Eerlino ζ5. febbrajo

0 r

sopor fessis etc. tale tuum carmen f
divine poeta . Mille e poi altre mille gra-
zie al carissimo e gentilissimo mio sig. aba-
te , che ha voluto che io sossi de’ primi a
gustar così saporito manicaretto , Ella ha
ben ragione di riporre questa sua bella pro-
duzione tra i primi frutti dei fecondissimo
suo ingegno . In fatti qual doicezza e qua!
duidità nella versifìcazione l Tibi Pater ci-
tharam cum liquìda voce dedit. Quale in-
genuità ne’caratteri , come appunto con-
viene nel genere pastorale ; qual forza d“
afsetti, qual sospensìon nell’intreccio, quai
felicità nello sciogiimento ! Le ariette poì
sono maravigliose e suscettibili della musi»
ca più bella e più varia, lo Faltra sera
caldo della lettura di questa sua bella ope-
ra ne resi conto a cena al Re , il quale }
accennando il belio e il nuovo anche ne

dfam-
loading ...