Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 145
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0153
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0153
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
*45

V A R t E .

Che pià degna di Crisùna
Forse dirmi anco tu 'vuoi s
Seder merita Fœina
Sovra un popolo d’eroi.

Quello che io dico in versi s elia lo saprà
assaî meglio condire in prosa_, sig. Marche-
se mio padrone j e presentando il mio li-
hretto , ella farà si ch’egli trovî grazia di-
nanzi a quegîi occhi, che lasciano in dub-
bio S3 più sien helli ovvero eruditi. Eila
mi continui l’onore delia pregiatissima gra-
sia sua, e creda, che io non la eedo a
niuno nelFonorare la tanta sua virtù , da
eui non vien meno di utilità alla Spagna
che di onore alFItalia. Ben essa fu cono-
sciuta qui da chi tanîo se ne intende, non
ostante la breve dimora ch’eila ha fatto in
questa corte ; ed io incominciai ad ammi-
rarla sin da quando il cardinale suo zio era
ìn Bologna , F amor de' buoni e il terror
de* tristi ; ed ella , signor Marchese , yi
brilkva principe della gi&yeatù.

K
loading ...