Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 179
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0187
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0187
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
V λ ϊΐ ϊ Ε . ι^9

di contribuire anch’io a sì grande impre-
sa, di portare una gocciola ai mare. Da
Pola , dove fui aicuni anni addietro , io re-
cai già a Venezia un bel frammento di an-
tichità. Questo è un pezzo del gocciolato-
]o di uno de’due tempj ch’ivi sono , e per
la somiglianza loro pajon gemelli nati a un
parto . Sono del tempo di Augusto , di pro-
porzioni scelte, e di maniera soda, quan-
do Γ architettura non era farsita di troppi
ornamentQ non deilo stile affettato, dirô
cosi, delle terme di Diocleziano, ma del
puro e semplice stile del portico del Pan-
teon . Meritarono aver luogo nell’opera del
Palîadio con tutte le loro parti e mernbra-
ture; e quel pezzo di gocciolatojo singolar-
inente lo vedrà intagliato neii’opera del si-
gnore Stuard, che fu non ha molto in Ve-
nezia andando in Atene, e ne darà delle
cose dell’Attica un cosi bellibro, coine è
queilo di Paimira. Gotesto pezzo adunque
darô ordine, che sia daVenezia trasporta-
îo a Bologna o a Roma, all’înstituto o in
Campidoglio, come meglio piacerà alla San-
tità Sua . Condisca eiia il picciol dono con
le ornate sue paroie , e lo ingrandisca pre-
M 2

sen-
loading ...