Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 186
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0194
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0194
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i86 Lettere

la cedono a quei nostri dal collo torto e
dalla veste sdrucita : e qui l’ananasso , quel-
la manna, quel re de’frutti, è fatto quasi
comune . Qui fabbriche da stare , per po~
co direi, a fronte con quelle del Palladîo.
In Berlino ogni cosa è ordine ; e quanto
in altro cultissimo paese ci si trova gran-
de ospitalità con pari gentiiezza. Parte del
tempo io vivo nel romore della città , e
parte nel ritiro diPosdammo. E molte ore
del giorno me la fo con le muse in mez-
zo a questi soldati, che la disciplina ren-
de in guerra cosi terribili al nimico, e i
migliori cittadini del mondo in tempo di
pace . In questo Posdammo viene quasi sem-
pre meco un distaccamento di libri italia-
ni della biblioteca dei Re. In essa si per-
dette quella del celebre Spanemio , la qua-
le era ricchissima di edizioni de’nostri Ita-
liani : sicchè ella puô ben credere che in-
sieme con questi legionarj prussiani si tro»
yano meco i Guicciardini i Varchi i Segreta»
rî fiorentini . In compagnia loro vo pas-
seggiando talvolta o lungo ilfiume, o per
il bosco, o per li giardini di Sansoucy,
creati, per cos'x dire, da questo Re con 1

arte
loading ...