Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 193
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0201
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0201
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Y A R I E , 193

ta egomet cœdam mea, gli onori di lui dif-
fusi in prosa e in rima, il Neutonum clau-
$i reserantem scrinia 'veri, V Intima pandun-
tnr victi penetralia cœli che abbiamo tan-
te volte ripetuto colF Halleio !

Puis vous voila messieurs les faiseurs d’odes,
Jolis mignons ainsi que vos pagodes.

La somma è che tutti i ragionamenti dei
Bannieres dei Molieres con quanti ve ne
ha non sono che preludj e come uno scher-
20 yerso la novella dell’apogèo, che il si-
gnor di Clairaut annunziô al mondo nelîa
pubblica assemblea dell’accademia di Pari-
gi il giorno quindici novembre dell’anno
iy47* Grandissimo fu il romore che se ne
levô per tutta Francia, come sono ora tut»
îi dati alle cose fisiche, e come le dama
medesime prendono ora a parteggiare non
meno nelle mode che neile dottrine ingle»
si ; mille volte si ripetè ne’circoli il cele-
hre motto di Fontenelîe, che le convulsio-
ni e l’attrazione sono Fonta del secolo, e
il Ciaîraut fu tenuto come un altro Yillars ,
il quale avea ünalmente vendicata la Fran-
cia contra FEugenio della fxIosoHa . Cosi
To: IX. N penso
loading ...