Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 256
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0264
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0264
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
s56

L: E T T E R E

AL SIGr. MARCH. SENATORE

FRANCESCO ALBERGATI

A BOLOGNA.

Monselice 7« ottobre iy53,..

IPerche' maî vuol ella , sîgnor Marcliese,
il mio sentimento sopra ii parallelo, che
altri intende di fare costà, tra Y Edipo di
Sofocle e Γ Ulisse del Lazzarini ; EUa che
dotato d’ingegno vivacissimo , nudrito di
rara dottrina ha particolarmente studiato ia
scienza e le fxnezze tutte dei teatro , e quan-
do le piace rinnova a’nostri giorni ie ma·
raviglie di Roscio ! Ma s’ella vuole, come
potrei non volere io ? L’Edipo di Sofocle
è forse dopo la liiade e la Odissea il più
bel monumento deii’ingegno umano ; e ben
meritô di servir di regoia ad Aristotele per
ricavarne buona parte deiia sua poetica,
E non so come alcuni si sieno attentati a
trattar di nuovo il medesimo argomento :


loading ...