Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 286
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0294
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0294
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L E T T E R È

286

$ I G Di O R

ABATE TARUFFI

A BOLOGNA.

Padova aS» giugno 1^55*

Ecco che dali’America inglese non ci vie~
ne solamente il tabacco e l’indigo,, ma ci
vengono ancora dei sistemi fdosofici. Da
Filadelfia ci ha mandato nn quacchero le
più belle osservazioni, e i più bei ragiona-
menti del mondo sopra la elettricità : e tut-
ti i nostri elettrizzatori di Europa debbono
scappellarsi a cotesto Americano. In alqu-
ni corpi la elettricità è positiva, o sia di
eccesso ; e in alcuni altri è negativa, o sia
di difetto » Donde egli viene a diciferare ,
per la tendenza, che ha la natura di ridur-
re ogni cosa a equilibrio , le varie azioni,
i inisteriosi giocolini, dirô cosi, de’corpi
elettrici gli uni verso degli altri 1 e tenen-
do dietro al sottil filo dell’analogia giunse
a trovar in cotesta maravigliosa forza la ra-

gioire
loading ...