Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 294
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0302
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0302
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
âg4 L E T T E ft è

punto quêsti passati anni in Germania e
in Berlino ; fü ad instanza mia ritentata la
esperienza in casa del sig. Ludoifs inernbro
deii’accademia ? grande elettrizzatore , e a
cui sopra questo particolare si e no tenzo-
nava nel capo. II di 22. di giugno dell’an-
no cinquantuno (perchè non mi si dia tac-»
cia di poco esatto ) furono elettrizzati ver-
so îe cinque ore del dopo pranzo cinque
putti ? chi di quattordici, e chi di quindi-
ciannij ciascuno de’ quali teneva in mano
tre once di aloè succotrino . La elettrizza-
zione durô quindici minuti ; e lasciatigli sta-
re per lo spazio di tredici minuti, furono
riposti sulla macchina, e eîettrizzati di bel
nuovo altri quindici minuti, Un solo di
essi s

Pur dirô ; nè già puton le parole s

ebbe tre scarichi di ventre îi giorno appres-
so j il primo alle sei della mattina, iì se»

condo

merveilles sont encore renfermèes dans le sein
de Γ Italie . . . je n ai pas oui dire . qu' en
jlllemagne -, où f ai heaucoup de correspon-
dance, perçonne ait vu de tek esfets .
loading ...