Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 296
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0304
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0304
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
sg6 L E T T E R E

îe scarichi di materie iluide. II ragazzo di
•rnidici anni ebbe parimente la medesima
sera un ordinario scarico di ventre : il cior»
no appresso di buon mattino ne ebbe un
altro simile : alle sei ore dell’istesso giorno
avanti mezzodì andô tre volte del corpo
materie fîuide, e due altre volte similmen-
te dopo il mezzodi, sentendo tormini e
dolori al ventre . E i ragazzi furono in tut-
to questo tempo sotto l’occhio di un va?
lente cerusico , che gli tenne ristretti nel
cibo .

È da credere che più altre maraviglie
ancora utili al mondo si andranno di ma-
îio in mano scoprendo di cotesto fluido sot-
tilissimo penetrantissimo, i cui efsetti sono
cosx nuovi e incomprensibili : massimamen-
te quando non si stanchino i filosofî. di os-
servare quale influenza egli puô avere nel-
la medicina ; nè troppo leggiermente sia
messa da parte una ricerca , che ne dà di
cosi ben fondate speranze . E già non sa~
rebbe questo l’unico caso, in cui si avesse
a desiderare ne’fîlosofi quella virtù reina
della perseveranza . Non crede ella per
çsempio, che.troppo presto sieno state mes».

sq
loading ...