Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 302
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0310
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0310
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
3θΖ L E T T E n E

£ne, tirando ogni linea al tnecîesirno een-
tro. L’audacia dei loro avventurieri, il va-
lore de’capitani, le insinuazioni dei missio»
narj, quaie blandendo , quale spaventando ,
Isanno reso Ie nazioni, che abitano intorno
ai laghi e lungo i fiuini di quel paese , o
ainiche o soggette della Francia , distoglien-
dole dalia dipendenza degFlnglesi. Cosi so-
nosi fatta la via di fondare tra Quebec o
la nuova Orleans una catena di fortini, do-
ve una quarantina di uomini tiene in sog-
gezione un popolo intero ; sonosi assicurati
del passo importantissimo diNiagara; e pei1
coprire i loro fortini hanno piantato due,
fortezze , Funa sull’Ohio a cavaliere delle
colonie inglesi, che sono verso il mezzodi^
Faltra alla punta deila Corona a cavaliere
di quelle , che sono a tramontana : e coifor»
te s. Giovanni, che è sul fiume dello istes»
so nome, che mette nelle baja di Fundi o
Francese, comunicano dirittamente coli O-
ceano , che i mercanti potrebbon quasi chia»
mare, come îo chiamaron cerîi sdosoH, i!
padre dellecose. Mercè di tali ajuti, pos-
sono fare e proteggere quasi tutto ü cora*
inercio inîerno delle peîliccerie de’castori

dell’Ame-
loading ...