Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 308
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0316
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0316
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
3oS

L E T T E R

E

A L S 1 G JST O R

N. N.

Cavallina g. agosto 1756,

N ON di tiitte le inaniere di dire france*-
si, amico carissimo, sarebbe da torsi l’as~
sunto di renderle in italiano con pari vi~
vezza e proprietà; cbe ogni lingua ha cer-
ti atteggiamenti suoi proprj, come ogni na-
■zione ba le proprie sue fattezze . Eile non
sono perô queste maniere in quel gran nu*
mero che pensano alcuni, che non cono-
scon tanto bene la nostra lingua. Per esern*
pio pigliandone delle più famigliari, ehe
sono, come sapete, le più ritrose ad esser
tradotte , donner rendez-vous à quelqun, noi
diremmo dar convegno, dar posta a uno :
avoir cjuelqun dans la manche ; averlo in
pugno : il goûta la proposition ; la cosa gli
entrô : à tout prendre ; ragguagliato ogni co-
sa : il entra en condition chez moi; si allo-
gò meco, si acconciô meco per servitorej

Mia
loading ...