Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 323
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0331
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0331
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Υ Α R I Ε . 5^3

le canzonette cli Anacreonto. Nella storia
degl’Irocchesi, o sia delle cinque nazioni,
novellamente pubblicata dal Golden dice-
si j che la loro lingua ( e appena credevasl
che avessero una lingua) è come iagreca,
piena di parole composte, che includono
la definizione della cosa che espidmono ; e
se ne dà in esempio la parola con che e
chiamano il vino . Oneharadesehoengtsera->
gherie, che viene a dire un liquore fatto
col sugo dell’uva. Nelle ai’ringhe de’loro
capi o sachemi, co’ quali tennero gl’Ingle»
si tante volte trattato , e che conservano
sedelmente scritte, s’incontrano sovente es-
pressioni che non hanno invidia alle orien-
tali. La catena di alleanza che rinnovia-
« mo ora, non è più come altre volte di
» ferro soggetto a ruggine, ma di puro ar-
j) gento . Quando i facitori di accette ( CO”
3) si chiamano generalmente i cristiani) ar-
3) rivarono primieramente nel nostro paese t
3) noi stringemmo amicizia con essi loro per
3) difendergli contro a qualsivoglia nemico ;
» noi legammo la gran canoa che gli por-
tô, non già a un tronco con una cor-
» da satta discorza d’albero, ma si a una
X a gran,
loading ...