Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 328
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0336
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0336
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
L E T T E R E

5s8

yl L S I G iV O R

N. N.

Bologna 2.3. luglio lyùy.

i v E ancora, consulta edarringa, come
ella ne è stata assicurata, il Nestore de
Veneziani, il procurator Emo, uoino che
veramente fa onore alla umanità. Posso as-
sicurarla io medesimo di aveilo ritrovato
questi passati giorni in Venezia, cosi fre-
sco pronto e rubizzo, quale polea essere
trent’anni sono . Cruda deo 'viridisque se-
nectus. Elia non vide mai la più assenna-
îa testa, l’anima più signora delle sue pas-
sioni,

Pih tetragona a colpi di fortuna.

l/atarassia de’fìlosofì si scorge in lui viva
e vera: la difinizione, che fa Bc»ileau del-
la saviezza ,

cette égaiitè d' ame

Que
loading ...