Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 345
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0353
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0353
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
V Α ά i E 545

îo, che il recinto della loro scuoîa . Con
tutti i loro scrit'ti aurei divini, degni del
cxnquecento del cedro, non faranno più
sortuna in Paranasso ; che facciano nel mon-
do gli uomini pieni di riguardi, timidi, e
oome direbbon essi con belîa parola di lin-
gua, garosi.

Intanto io ringrazio voi, 11 quale sapete

Ccetusque 'vulgares et udam

Sperne?'e humum, fugiente penna,

dello avermi anche a Cadantone accresciu-
to il numero de’piaceri.
loading ...