Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 9): Lettere Varie; Parte 1 — Venezia, 1792 [Cicognara Nr. 3-9]

Seite: 352
DOI Seite: 10.11588/diglit.28029#0360
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1792bd9/0360
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
θ5ζ L E T T E R E

ve il prirao è orizzontale, e refrange dl
basso in alto, il secondo sia in piedi, e
refranga da un lato ; e si vedono sul mu-
ro opposto le due imrnagini inclinate, pa-
ralelle tra loro , e separate Tuna dall’ altra ;
e in ciascuna di esse si mostrano tutti e
sette i colori. Cosicchè similissime in tut-
to e per tutto tra sè, le si potrebbon di-
re figlie gemelle, a parlar cosi, del mara-
viglioso prisma di cristallo dirocca; il qua-
ie, oltre a quanto se ne dice nei coramen-
tarj deirinstituto, forse anche saprete , che
su padre d’una ben lunga epistola iatina
indrizzata all’Archiatro pontificio. Che se
ii ietterato che la scrisse, e mandè insie-
me il prisma al Papa, si sosse abbattuto a
prendere quella taie esperienza , avrebbe
meglio conosciuto la natura deila doppia
refrazione di esso, e non ci saria stato luo-
go a rivestirlo cli quel mirabile, che si è
fatto dipoi, mandato ch’e’fu dal Papa all
Instituto. Esso prisma non è niente piu
maraviglioso di uno, che già mi ricorda
aver veduto in Inghilterra fatto di cristal»
lo del Brasiie, nel quale le due iramagini
sirailmente si accavaliavano l’una con l’ai-

tra,
loading ...