Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 33
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0041
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0041
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
V A R. I E . 33

sita natura portato a trovar delle somiglian-
ze in ogni cosa, forse per la limitazione
del suo ingegno, e per la frega ch’egli ha
di ridurre ogni cosa a sistema : e quanto
più presto e più perfette trova le somiglian-
ze, gli pare di aver dato di sè la più bel-
la prova . Cosi un Francese, analizzate le
antiche e le moderne istorie , trovò ne’suoi
compatrioti e nei Români due nazioni na-
te a un parto ; un ministro trova , che la
seconda guerra punica e la guerra presen-
te si rassomigliano come due gocciole d’a-
cqua. Ziska Scanderberg Sertorio han fat-
to la guerra con poche genti in siti mon-
tagnosi? sono- fratelli carnali dinanzi agli
occhi di più di un militare .

Non saria malfatto, che anche nella H-
lologia prendesse piede il famoso principio
degl’indiscernibili del Leibnizio ; e’non si
vorrebbe almeno cosi presto conchiudere,
per qualche tratto di somiglianza che si
trovi per avventura tra due cose, ch’esse
sono simili tra loro. Gowley ha detto, è
vero, che in seno alle lagrime arde d’amo-
re, come abbrucia una nave in mezzo al
mare ; che le note amorose da lui incis©
To; X. G

sopra
loading ...