Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 35
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0043
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0043
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Y A R I E . 55

na ed all’Egitto han fatto credere ad alcn-
ni, come ella saprà , che i Ghinesi e gli
E^iziani facciano nna nazione raedesima e
quasi una famiglia, e che quelli sieno una
colonia di questi condotta da Sesostri, e a
un bisogno da Osiri nell’ultimo oriente .
Ed ella pur saprà, quanto sia presentemen-
te combattuta in Francia una tale opinio-
ne. Ma a ogni modo, non ostante i pro-
gressi dell’arte critica , de’parallellisti ce ne
saranno sempre, come in onta della filoso-
ira esperimentale ei saran sempre degl’ipo-
tetici.

Molte yolte sarà a lei occorso di udire
di strani paralelli secondo che si presenta-
no le cose alla fantasia dell’ uomo; più stra-
ni ancora del paralello tra Cowley e i no-
stri poeti della passata età. Ma non &o , se
avrà mai udito il più strano di quello , che
mi è occorso leggere non ha molti giorni
in un librette spagnuolo. É intitolato Elo-
gio istorico del dottor Cervi medico del re
di Spagna . Io le clo a indoyinare in mil-
le non che incento, con cui venga il dot-
îor Cervi messo a un guinzaglio. Crederiâ
ella, che fosse col Neutono? no per cer-

G 3 to,
loading ...