Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 36
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0044
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0044
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
36 L E T T E R E

îo. Vegga tuttavia perfetta somiglianza. II
Neutono fu il maggiore prodigio di Lon-
dra, la delizia e lo stupor degl’Inglesi; co-
me il dottor Cervi è stato l’eroe di Par-
ma, e la venerazione de’sapienti spagnuo-
li. Amendue avuti furono in gran pregio
dai loro re, ne ebbero di grandi iinpieghi
e di largbi stipendj ; amendue furono crea-
ti cavalieri per la ragione medesima ; amen-
due pari dicelebrità, dinome, come quel-
li che godettero in vita di quegli onori,
che la fama non suol concedere altrui se
non dopo morte ; amendue celibi chiusero
amendue il termine della loro vita quasi
di una medesima età. E perchè niente man-
casse al paraleilo, lasciarono amendue in
morte di gran beni di fortuna . Se non che ,
sebbene fossero tanto simili quanto alla glo-
ria mondana, furono d’infinito spazio lon-
îani tra loro quanto alla religione. II dot-
tor Cervi visse e mori da buon cattolico ;
il cavalier Neutono da protestante anglica-
no. Qual felicità poteva avvenir maggiore
al primo ? quale più lagrimevole disgrazia
al secondo? Este grande Hombre fue el ma-
yor prodigio de Londres, las delicias y el

em.~
loading ...