Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 50
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0058
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0058
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
E

5 o L E T T E II

tro anatomico , fece una dotta strage di
quantità di animali. Gli sperimenti riusci-
rono, nè egli corse perciò a dar travaglio
alla stampa . Io fui cortesemente invita-
îo alle prove di amendue i professori, e
come potete credere non mancai di assi»
stervi.

Ben sapete, che sulìa insensibilità di aB
cune parti del corpo umano , e sulla irri-
îabilità di alcune altre versano le scoperte
dell’Hallero. Questa irritabilità è quasi un
nuovo principio misterioso , come sono tut-
îi i principj, da esso posto nella macchi-
na animale ; non dal sentimento dell’ani-
ssia, non dalla presenza de’nervi, non dall’
afslusso degli spiriti, non procede dalla ela-
sticità. Le parti rimangono irritabili sepa-
rate dall’animale ; il sono benchè legati o
tagliati i nervi, che mettono ad esse : il
cuore non è fornito di molti nervi, di po-
chissimi 1’intestina; e cosi l’unocome l’at-
£re sono irritabiìissimi. La elasticità trion-
fa nelle cose aride e secche; nelie urnide
alsincontro la irritabiìità, la cui sede è nel
glutine delle sibre musculari. In ragione
appunto del numero di esse fibre muscula^

ri
loading ...