Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 59
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0067
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0067
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
V A R i E . 5g

secondo suo costume, benchè di quando ia
quando gli fossero negati, e ci volesse per-
ciò la autorità suprema, leggendo continua-
mente in fonte i libri classici della profession
sua , tenendo corrispondenza cogii Albini
cogli Halleri co’Morgagni: che anzi l’anno
scorso fu ad udire cotesto caposcuola della
notoinia italiana, e in Padova voi lo vede-
ste e lo accoglieste assai volte in vostra ca-
sa con quella mnanità e franchezza , che
non sente nulla del letterato . Finalmente
cominciato l’inverno, egli fece quello che
da niuno si è fatto per ancora. Compren-
dendo ineglio che alcun altro, quanto sia
poco proHttevole per Ia università degli sco-
lari una notomia piena di contenzioni e di
liti, e in cui si vanno infilzando mille co-
se dalla cattedra, egli ha fatto in sulle scuo-
le un corso preliminare dinotomia, dimo-
strando col coltello alla mano le varie pre-
parazioni delle parti fatte da lui medesimo ,
e rispondendo ai varj dubbj alle difsicoltà
alle interrogazioni che gli faceva la udien-
za . Fatta la notomia utile e tranquilla , mon-
tò sulla cattedra, e fece la inutile e riot-
tosa, ina con egual successo della prima »

Se
loading ...