Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 75
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0083
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0083
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Y A R I E *

dissimo, e a me ancora, a cui lia voluto
indirizzarla. Troppo grande è 1’obbligo mio ,
perchè io ne la possa ringraziare * E però
io rimetto alla discrezion sua il far ragio-
ne, del quanto io debba alla sua gentilez-
za. Hanno stampato in Yenezia nei fogli
del Valvasense una mia lettera scritta altre
volte al sig. Paolo Brazolo sopra la sua tra-
duzione di Omero, nella quale si tocca al-
cuna cosa di quella del Salvini (1). Crederò
che quel pochissimo o niente che io dico sia
giusto, quando sia approvato da lei , che
su tal proposito ha detto tante e tanto bel-
le cose, ed è autor classico .

Io mi rallegro con la filosofia, che ab-
bia ora V. S. Illustrissima nelle sue brac-
cia. Ella ornerà l’ltalia senza dubbio di
qualche bella produzione, la quale sara da
me letta con piacere eguale alla stima e
alla gratitudine , con cui ho 1’ onore di raf-
fermarmi .

CO Questa lettera è riportata nel Yol. pre-
cedente alla pag. 109.
loading ...