Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 143
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0151
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0151
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Y A R I E . 143

Nel libretto sullapictura delWebb, di cui
ella gentilinente mi fece copia, e di cui
io ho fatto qualche uso, come ben presto
ella vedrà, bellissime sono le traduzioni dei
passi degli antichi poeti, che egli va citan-
do, e perciò singolarmente sento che sia
in pregio . Tale tra altre molte parmi es-
ser quella,

Here others ills are felt, the wretched here
Are sure to meet the trihute of a tear,
saiii were our fears .

Ma si riconosce egli in quel tributo singo-
larmente di lagrime quella naturale espres-
sione , in cui nell’originale esce Enea volto-
si al suo compagno al vedere scolpiti in Car-
tagine gli avvenimenti della guerra Iliaca?

Sunt lacrymae rerum, et mentem mortalia
tangunt.

Solve metus.

Ed io mi ricordo altre volte avere sentito
citare con lode grandissima un tratto di non
so qual loro poeta, che in una maniera as-

sai.
loading ...