Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 170
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0178
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0178
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
17° Letterê

pronta. E pregandola de’miei complimenti
umilissimi al signor Castellano se è cost'x,
non meno che al signor Annibale Olivieri,
ho l’onore di rafsermarxni con la più sin-
cera amicizia, e stima .

★ o * o * o ★ o ★ o * o * o ★ o * o ★ o ★ o ★ o ★

A L MEDESIMO

Pisa 6. dicembre 1762.

UNA ostinata tosse, che mi prese questi
passati mesi mi determinô a venire a respi-
rare quest’aria temperata, e dolce diPisa,
dalla quale ricevo molto giovamento . Io
sperava prima della mia partenza da Bolo-
gna di potervi ammirare l’Archimede; nxa
e' vi arrivo alcuni giorni dopo. Dal mio Mau-
rino ho informazione corae gli è cosa da
lei, e tanto basta per farne un’amplissimo
elogio. lo mi consumo di voglia di veder-
lo, e so che sarà un degno compagno del
bellissimo Cincinnato . Dal signor Buratti
di Bologna le sarà trasmessa una cambiale

non
loading ...