Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 183
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0191
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0191
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
V A R ï É . 183

te di aver letto nella vita del Colombo, co*
me egli fu principal consigliere alla scoper-
ta del nuovo mondo, o piuttosto all’ardito
viaggio verso ponente alle Indie orientali ;
che a ciò miravano cosi il Toscanelli co-
me il Golombo, tirati amendue dalla falsa
posizione, che aveano nelle mappe le co-
ste del Portogalio e della Cina .

Fu il Toscanelli discepolo in matematlca
del famoso Brunellesco ; la cui cupola gli
dovea servire di poi, per lasciare a’posteri
ii più bei monumento del suo sapere . La
bronzina, per lo cui foro entrano i raggi
del sole, è posta su nel lanternino di essa
cupola, e da quella maravigliosa altezza ven-
gono essi raggi a dare per due mesi e die-
ci giorni in tempo di estate sul pavimen-
to della chiesa, dove è segnata la meridia-
na. Fu trovato, che deviava verso ponen-
te di unangoio, che si accostava quasi ad
un grado ; picciolo errore, se si fa consi-
derazionc ail’ imperfezione degP istrumenti
di quei tempo ; se si considera l’errore tro-
vato dai Picardo in quella di Uraniburgo
tirata dal famoso Ticone, che appeilare si
può il padre delia moderna astronomia .

M 4 Ogni
loading ...