Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 188
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0196
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0196
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ì$8 Lettere

il gnomone fìorentino egli ha composto *
Di moìtissime e belle cognizioni egli è pie-
no ; e da esso assai chiaro si comprende,
che i Toscani non meno coltivarono ne’piu
lontani tempi 1’astronomia, di quello che
si facessero le buone arti ed il trasfìco. In
ïnghilterra il popolo crede, che il primo
che componesse taccuino fosse il loro sir
Isaac ; ed è ben naturale , che il popolo at-
tribuisca ogni cosa a colui, che sente aver
fatte le più grandi cose : ma la verità si
è, che il primo che compose taccuino fu
Paolo de’Dragomari pratese nel secolo di
Dante, come si ha da Filippo Yillani «.

Yenite dunque a riveder questa Tosca-
na, madre ancora della vostra astronomia ;
e venite a consolare uno che vi aspetta a
braccia aperte, e vi ha preparato una starn
za sul lungarno in faccia

Del bel pianeta, che distingue t ore.
loading ...