Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 193
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0201
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0201
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
y A B. X E .

193

AL SIGNOR MARCHESE

D. AZZOLINO MALASPINA

S

Ppamo Cavallerizzo di S. M. la Regina

DELLE DUE SlCILIE

A POKTICI.

Pisa 4- febbrajo 1764.

HI mi dara lavoce e le parole, per dir-
le, signor Marchese, quanto io goda meco
medesimo, che da lei venga approvata la
uuova forma, che io ho data a’miei dialo-
ghi? Non tibi parvuni ingenium , nonincul-
t.urn est ; ed anche in mezzo agli affari ed
alle corti condis amabile carmen . Non con-
tento di approvare questi miei dialoghi, el-
la pur vorrebbe sapere i varj loro successi;)
e quasi la storia. Eccogliela : e poichè in
questo secolo si scrive la vita di tale che
non meritò forse di vivere, non dovrà pa-
rere cosi strano, che io le faccia la genea-
iogia di questo mio libricciuolo. Nacqua
To: X. N ia
loading ...