Algarotti, Francesco  ; Algarotti, Francesco   [Hrsg.]
Opere Del Conte Algarotti (Band 10) — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-10]

Seite: 214
DOI Seite: 10.11588/diglit.28030#0222
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd10/0222
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
& 14 L E T T E R È

renza andavano , soleva regalare un cospo

del Vocabolario.

Di tutti questi lavori ne ha molto pro~
fittato 1’impressione uìtima, che ora è nel-
le mani di tutti. E poco ci vorrebbe a far
di quel libro un’opera compita nel genere
suo. Converrebbe non ha dubbio migiiora-
re qua e là le difsinizioni, cosicchè non vi
si vedesse qualificata la catottrica, parte di
matematica che tratta de’raggi refratti ; pur-
garlo di alcune voci barbare, come ascor-
damia archimia arismedca e simili, che si
trovano appresso antichi autori nella scien-
za delle etimologie poco profondi, a’quali
per altro si è voluto dar luogo, perchè to-
scani, nel Vocabolario. Converrebbe aggiun-
gere moltissime voci raccolte fuori di To-
scana da buoni autori toscani massimamen-
te in Napoli , e date ora fuori come un.
supplimento al Vocabolario medesimo . Do-
vrebbe oltre a tutto ciò l’Accademia arric-
chirlo di molte voci e maniere che sono
deli’uso, nel che ella sola può scerre re-
gistrare e fare autorità. E pare non doves-
se mai coinportare, che in un dizionario
generale di lingua si trovasse la concoid©

di
loading ...